parita-genere-securwoman-europa

L’uguaglianza di genere a lavoro: una ricerca

Il Parlamento Europeo chiede una legislazione più efficace nel ridurre o eliminare il persistente differenziale retributivo di genere e per garantire condizioni di parità per uomini e donne sul lavoro e pari opportunità nell’accesso al lavoro secondo il
principio della parità di retribuzione contenuto nel trattato di fondazione della CEE del 1957.

Per questo ha promosso una ricerca che contiene le relazioni di quattro gruppi di lavoro rispetto a quattro nodi tematici:
– aspetti giuridici, discriminazione diretta e indiretta;
– efficacia della direttiva nell’affrontare il divario di parità di retribuzione e delle pensioni;
– adeguata considerazione del ruolo dei sistemi di valutazione e di classificazione del lavoro;
– necessaria tutela della gravidanza, il ruolo del congedo di maternità e relativo regime in vista della parità di genere sul lavoro e per le carriere.

La conclusione della ricerca è che c’è una forte necessità di azioni immediate e vigorose a livello comunitario, che vadano oltre le misure volontarie, in linea con le risoluzioni del Parlamento Europeo.

Potete leggere in maniera accurata i dettagli della ricerca o trovarne di altre cliccando qui.

Lascia un commento