uomini con gonna

Turchia, uomini in gonna contro la violenza sulle donne

In gonna contro la violenza alle donne: è così che alcuni uomini in Turchia e nell’Azerbaigian hanno deciso di manifestare contro il crescente numero di violenze sessuali nel Paese in particolare dopo l’uccisione il 13 febbraio di una studentessa universitaria di 20 anni, Ozgecan Aslan, picchiata a morte e bruciata dopo un tentativo fallito di stupro da parte di un autista di un minibus a Mersin, nel sud.

Le foto dei manifestanti, in gonna mentre protestano per le strade o si scattano un selfie, sono state pubblicate su Twitter e Facebook sotto l’hashtag #ozgecanicinminietekgiy, ovvero “indossare una minigonna per Ozgecan”. Una originale ed innovativa forma di sensibilizzazione.

La campagna degli uomini su Facebook è stata accompagnata da una nota: “Se una minigonna è responsabile di ogni cosa, se (indossare, ndr) una minigonna significa mancanza di morale e di castità, se una donna che indossa una minigonna è un invito a quello che le può accadere, allora anche noi vi invitiamo!”

Lascia un commento