trauma

Trauma, thriller per dire no alla violenza sulle donne

“Trauma”, edito daPiemme editore a cura di Camilla Grebe ed Åsa Träff, è un thriller piuttosto atipico. Ci sono cinque storie di donne abusate, fisicamente o moralmente o entrambe le cose, da compagni che hanno stravolto il concetto di amore. Cinque vite drammatiche di amori ingannevoli, brutalità e degrado raccontate dalle protagoniste alla psicoterapeuta Siri Bergman ed alla sua collega ed amica Aina,impegnate in un innovativo progetto sperimentale: un gruppo di auto aiuto per donne che hanno subito violenza. Mentre il gruppo si conosce, rafforza i legami e si scopre il difficile passato di Siri e sulla sua conseguente incapacità di innamorarsi, un’altra donna viene brutalmente assassinata sotto gli occhi della figlioletta Tilde. Non si capisce subito, ma il destino della piccola si intreccia a quello di Siri e delle altre donne; in una gelida Stoccolma autunnale il comune bisogno di giustizia e rinascita si tramuta in una spietata caccia all’assassino.

E’ un romanzo che scorre fluido nonostante la complessità dei temi affrontati. Un nitido fermo immagine dell’universo delle mura domestiche; un doloroso ritratto delle perversioni e delle derive dell’amore. Siri combatte per le sue pazienti, per la piccola Tilde, per se stessa. La ricerca dell’assassino è anche una riflessione sul suo passato di donna aggredita, di vedova inconsolabile che tiene a distanza l’uomo vivo e paziente che la ama, il padre del figlio che Siri porta in grembo.

“Da parte mia non so cosa voglio. La mia vita è come l’acqua, riflette ciò che la circonda, non ha colore o sapore. Scorre via se si cerca di afferrarla”.

Lascia un commento