Cibo

Donna e cibo: sai cosa mangi?

“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.”
Virginia Woolf

Ci sono cibi che mangiati in un determinato modo sono decisamente benefici per la nostra salute. Eppure, a volte, a seconda della cottura adottata, possono causare alcuni problemi, soprattutto a donne e bambini, data la corporatura e la capacità di assorbimento delle tossine. Quindi attenzione!
Forse già alcuni li conoscete, ma ci sono diversi alimenti che abitualmente risiedono nelle nostre cucine che sono poco salutari in alcune parti o in determinate preparazioni. Vediamo insieme quali secondo i diversi livelli di pericolosità dal meno velenoso al più tossico.

1. Pomodoro: no, non stiamo dicendo che l’elemento base della dieta mediterranea è velenoso, ma che il fusto della pianta e le foglie contengono la solanina, una sostanza a bassa tossicità che producono come pesticida naturale. Ovviamente non commestibili, sono da scartare.

2. Rabarbaro: solo lo stelo di questa pianta è commestibile, infatti le foglie sono ricche di acido ossalico, che influisce negativamente sulle funzionalità renali.

3. Sambuco: sono commestibili i fiori e le bacche, ma le parti della corteccia e delle foglie son leggermente velenose.

4. Fagioli: mangiatene tanti, tantissimi! I fagioli sono un alimento nutriente e ricchissimo di proteine, molto usati anche per sostituire la carne. Attenzione però a cuocerli, non mangiateli mai crudi: contengono infatti fitoemoagglutinina , una tossina che provoca forti dolori intestinali.

5. Fughi: escludendo i funghi non commestibili, è meglio essere informati riguardo al fatto che tutti dovrebbero essere consumati cotti. La cottura infatti causa l’eliminazione di alcune tossine termolabili presenti all’interno che possono causare difficoltà digestive.

6. Noce Moscata: buonissima nei condimenti o nei ripieni ma meglio non esagerare. Contiene infatti miristicina, una sostanza neurotossica.

7. Ciliegie: sono buonissime e la loro polpa contiene tante vitamine. Ma cercate di evitare di ingoiare il nocciolo: contiene infatti acido cianidrico che ostacola il trasporto dell’ossigeno nel sangue. Non spaventatevi però! L’acido infatti si libera solo se il nocciolo è altamente danneggiato e fa effetto solo in grandi quantità!

8. Mele: la polpa della mela fa benissimo al nostro corpo, grazie alle vitamine e all’elevato potere antiossidante. Quindi continuate a mangiarle! Attenzione ai semi però: contengono infatti amigdalina e se ingeriti in elevata quantità possono creare diversi problemi di natura più o meno grave.

9. Mandorle: alimento super energetico e molto versatile in cucina. Ma attenzione a quelle amare, contengono amigdalina (da cui si ricava il cianuro). Evitare di mangiarne più di 30.

10. Pesce palla: considerato uno dei piatti forti nella cucina giapponese, cinese e coreana, il fegato e l’intestino del pesce contiene la tetrodotossina, una sostanza 100 volte più tossica rispetto al cianuro di potassio. In Giappone, solo un ristoratore che ha 3 anni di esperienza può cucinare la carne del pesce palla.

Lascia un commento