lazio

Regione Lazio, al via l’Osservatorio sulla violenza

Un laboratorio di idee e progetti volti ad una effettiva realizzazione della parità di genere, a partire dal contrasto alla violenza alle donne. Questa la base ideale su cui poggia la piattaforma operativa dell’Osservatorio regionale sulle pari opportunità e la violenza sulle donne della Regione Lazio, che si pone all’avanguardia nel campo del contrasto alla violenza di genere e nelle politiche delle Pari Opportunità.

La legge regionale  N. 4, approvata a marzo 2014,  ha tra gli obiettivi prioritari  quello di “scardinare il concetto che vuole la donna subalterna rispetto all’uomo”.  A tal fine stanzia 1 milione di euro a sostegno delle attività delle associazioni che operano nel settore ed affida a specifici strumenti il contrasto alla violenza sessista: il potenziamento dei servizi, l’apertura delle case rifugio in ogni provincia del Lazio, il consolidamento dei Centri antiviolenza e l’introduzione delle Case di semi autonomia. Contemporaneamente l’attenzione è concentrata sulla lotta agli “stereotipi negativi”, responsabili del permanere di una distorta immagine femminile, ed una parte significativa degli interventi sarà destinata a “campagne di sensibilizzazione, progetti per le scuole, percorsi formativi per operatori sia pubblici sia del privato sociale, per gli agenti delle forze dell’ordine e per gli operatori sanitari del pronto soccorso”.  

Altri aspetti oggetto di specifica attenzione sono quelli che riguardano il recupero degli uomini che maltrattano – mediante appositi programmi – accanto ad interventi destinati ai figli delle donne vittime di violenza come, ad esempio, l’erogazione di borse di studio per l’inserimento nel mondo lavorativo.

L’istituzione dell’Osservatorio ha un compito ambizioso e delicatissimo: offrire dati che rendano possibile comprendere il fenomeno per dare risposte efficaci e monitorando, allo stesso tempo, le politiche regionali per correggerle ed implementarle. 

Lascia un commento