1802-0 Lato oscuro_uomini_S&R_cop_14-21

La violenza maschile contro le donne: modelli culturali di intervento

Il volume di Alessandra Bozzoli, Maria Merelli e Maria Grazia Ruggerini, edito da Ediesse, analizza la situazione attuale della violenza contro le donne in Italia.

Nella prima parte del testo le scrittrici si concentrano su un cambiamento di ottica, ponendo l’attenzione dalle vittime agli autori, presentando i dati di una ricerca – la prima in Italia – che censisce le esperienze d’avanguardia rivolte agli uomini violenti nel Belpaese, nelle carceri e nei centri, in ambito privato e pubblico, ed offre un quadro di programmi sviluppatisi a livello internazionale, cui le esperienze italiane fanno riferimento. Nella seconda parte sono presentate le riflessioni ed i suggerimenti di studiosi e studiose afferenti a molteplici discipline, ma anche le esperienze di operatrici e operatori con ruoli professionali diversi. In appendice, un’analisi critica del recente decreto legge n. 93/2013 convertito nella legge del 15 ottobre 2013 n. 119.

Inasprire le norme repressive ed isolare i comportamenti violenti maschili – che sono ormai arrivati ad un femminicidio ogni due giorni – facendone casi eccezionali, patologici, lascia inalterati i modelli culturali fondati su quegli equilibri patriarcali di potere contro i quali hanno lavorato fin dagli anni Ottanta i Centri antiviolenza e le Case per donne maltrattate, frutto delle lotte femminili e femministe. Comprendere invece che la violenza sulle donne è prima di tutto un problema degli uomini significa spostare l’attenzione dalle vittime agli autori, a quella “questione maschile” che tutta la violenza di genere sottende.

Documenti allegati

Lascia un commento